Dolore Pelvico Cronico

Il dolore pelvico cronico femminile è una condizione fortemente debilitante che altera la qualità di vita delle donne. Il dolore viene definito come dolore cronico quando questo viene avvertito per un periodo più lungo di 3 mesi e che comporta disabilità funzionale limitando le comuni attività quotidiane.
Il dolore pelvico cronico rappresenta una condizione patologica ad alta incidenza con stime che parlano di una percentuale variabile tra il 2 al 25 % della popolazione femminile tra i 18 e i 50 anni e rappresenta la causa del 10-40% di tutte le visite ginecologiche con un grande impatto sulle spese sanitarie e sulla perdita di produttività stimato in diversi milioni di euro all’anno. 
Molto spesso a causa delle caratteristiche di questo dolore come insorgenza, sede e coincidenza con la ciclicità mestruale vengono valutate prevalentemente le cause ginecologiche (dismenorrea, endometriosi, cisti o torsioni ovariche, infezioni pelvice, etc.). Molto frequenti sono invece le cause non ginecologiche legate a patologie del pavimento pelvico come prolassi vescico-uterini, difficoltoso svoutamento vescicale, sindrome da defecazione ostruita e l'ipertono involontario dei muscoli pelvici.

L'ipertono involontario dei muscoli pelvici si caratterizza come un dolore pelvico-perineale che talvolta può irradiarsi alla regione lombare, genitale, inguinale o sovrapubica, al sacro-coccige ed alla radice delle cosce. Questo dolore può essere accompagnato anche a sintomi urinari, sessuali o proctologici.
Alla basae di questa condizione vi sono una errata postura, una soggettiva abitudine a contrarre i muscoli pelvici in risposta a tensioni emotive o stress, traumi o interventi pelvici o alla regione sacro-coccigea e particolari ed eccessive attività sportive.

Recentemente ha acquisito molta importanza anche l'analisi del vissuto della paziente con particolare attenzione alla presenza di abusi o violenze sessuali che si sono dimostrati strettamente connessi con questa sindrome dolorosa. Per questo è oggi irrununciabile la valutazione psicologica nel percorso diagnostico del dolore pelvico cronico.

Come è facile dedurre dalla estrema variabilità delle cause alla base del dolore pelvico cronico, l'efficacia terapeutica è strettamente legata all'individuazione delle alterazioni fisopatologiche responsabili di questa condizione. Solo un'attenta valutazione clinica e spesso anche multispecialistica può identificare con precisione le cause da trattare.

Rieducazione motoria e tecniche di rilassamento

Correzione

Cicatrici Vaginali

Elettro ed Ultrasuono Terapia Antalgica

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Centro Pontino del Pavimento Pelvico 2016